pagedef
© 2015 fefeticaf. All rights reserved.

Torta di Pasqua al formaggio

Si avvicina la Pasqua e non potevamo lasciarvi senza una ricetta dedicata a questa ricorrenza.
Tradizione della mia famiglia paterna, pubblicata dalla rivista Cucina Italiana, è la torta salata che vi propongo oggi.
E con questa bontà, vi auguriamo una buona Pasqua a tutti voi che ci seguite con affetto.

Versione con lievito naturale
250g di lievito naturale rinfrescato
683g di farina per pizza
17g di acqua
200g di olio d’oliva
200g di parmigiano grattugiato
50g di pecorino grattugiato
6 uova
sale poco
pepe abbondante

Procedimento con il lievito naturale

Mettete nella ciotola dell’impastatrice gli albumi delle uova e montateli a neve con la frusta rotonda (operazione necessaria per dare una maggiore morbidezza all’impasto finale), poi unite i tuorli e, sempre lavorando, l’olio, il pecorino, il parmigiano, l’acqua, il lievito naturale a pezzi, sale e una generosa macinata di pepe.
Sostituite la frusta con il gancio e, sempre lavorando, aggiungete 400g di farina e, poco per volta, la farina rimasta (283g), proseguendo la lavorazione finché la pasta risulta morbida, omogenea e elastica.
Imburrate ed infarinate uno stampo a chiusura mobile ( o una pentola che possa andare in forno) di 26cm di diametro e trasferitevi la pasta che non dovrà riempirlo per più di due terzi.
Tenete in un luogo tiepido, coperto da un tovagliolo, finchè la pasta lievitando colmerà lo stampo.
Cuocete in forno preriscaldato a 180° per un’ora e 30′ circa, coprendo la torta a metà cottura con un foglio di alluminio, per evitare che si colorisca troppo.
Prima di sfornare, provate la cottura con uno stecco lungo.

Versione con lievito di birra
850g di farina per pizza
100g di acqua
200g di olio d’oliva
200g di parmigiano grattugiato
50g di pecorino grattugiato
6 uova
15g di lievito di birra
sale poco
pepe abbondante

Procedimento con il lievito di birra

In una ciotolina, con 15g di lievito di birra, 50g di farina e 100g di acqua, preparate un pastello che lascerete lievitare per un’ora.
Mettete nella ciotola dell’impastatrice gli albumi delle uova e montateli a neve con la frusta rotonda (operazione necessaria per dare una maggiore morbidezza all’impasto finale), poi unite i tuorli e, sempre lavorando, l’olio, il pecorino, il parmigiano, l’acqua, il pastello,sale e una generosa macinata di pepe.
Sostituite la frusta con il gancio e, sempre lavorando, aggiungete 400g di farina e, poco per volta, la farina rimasta (400g), proseguendo la lavorazione finché la pasta risulta morbida, omogenea e elastica.
Imburrate ed infarinate uno stampo a chiusura mobile ( o una pentola che possa andare in forno) di 26cm di diametro e trasferitevi la pasta che non dovrà riempirlo per più di due terzi.
Tenete in un luogo tiepido, coperto da un tovagliolo, finchè la pasta lievitando colmerà lo stampo.
Cuocete in forno preriscaldato a 180° per un’ora e 30′ circa, coprendo la torta a metà cottura con un foglio di alluminio, per evitare che si colorisca troppo.
Prima di sfornare, provate la cottura con uno stecco lungo.

Buon appetito

Federica

 ^41AE64C72C415D20745537988C357D63169AC066ECE005F709^pimgpsh_fullsize_distr

^76192A5806D35D0937F632F73D3CB7DD958C73A278BEB9EC6E^pimgpsh_fullsize_distr

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
Required fields are marked:*

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>